Analisi TRANSAZIONALE

 

L’analisi transazionale – A.T. è una teoria psicologica elaborata intorno agli anni ’60 da parte di un gruppo di psicoanalisti, che hanno nello psichiatra statunitense Eric Berne il caposcuola.

L’A.T. si qualifica quale approccio Analisi Transazionalepsicologico importante per profondità teoretica e per profondità di applicazione. Utilizzata originariamente in ambito clinico, grazie al suo linguaggio immediato ed efficace, l’A.T. è stata rapidamente utilizzata con successo nelle aziende, nelle scuole, nella formazione, nella psicoterapia di gruppo.

Come teoria della personalità ci fornisce un quadro di come siamo strutturati dal punto di vista psicologico utilizzando un modello in tre parti, noto come modello degli stati dell’Io. Tale modello ci aiuta a capire come funzioniamo e come esprimiamo la nostra personalità in termini di comportamento.

L’analisi transazionale, per usare le parole di Berne è “una teoria della personalità e del rapporto sociale, é un metodo clinico di psicoterapia, basata sull’analisi di tutte le transazioni possibili fra due o più persone che si fonda su una specifica definizione degli stati dell’io“.

L’A.T. è anche una teoria della comunicazione basata sull’analisi delle transazioni degli specifici stati dell’Io coinvolti; inoltre può fornire un metodo di analisi dei sistemi e delle organizzazioni.

L’Analisi Transazionale regala infine una teoria dello sviluppo infantile. Grazie al concetto di copione, permette di comprendere come gli schemi di vita attuali abbiano origine nell’infanzia, e di come, nella vita da adulti, si continuino a riproporre delle strategie infantili inadeguate o dannose.

Sin dall’ideazione, l’A.T. fu considerata da E. Berne una teoria d’azione sociale largamente utilizzabile in un’infinita varietà di contesti educativi ed organizzativi. Questo approccio teorico permette di cogliere con immediatezza i dinamismi intrapsichici e sociali delle situazioni problematiche, offrendosi come griglia interpretativa della “persona” come “essere in relazione”.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.